Cultura >> Musica >> Musica: Progetto 900 >> Alban Berg

Alban Berg

Per quanto possa portare in sé l’impronta di una subitanea ispirazione, o manifestare un’intima assonanza con la Natura, l’opera d’arte è innanzitutto artificio, costruzione, organizzazione razionale.
Può apparirci con il sorriso divertito di un gioco, a volte sublime. Ha la forza di trasportarci ad altezze vertiginose, come di farci sprofondare in un abisso (per poi, magari, scoprire - come nell’Inferno dantesco - che ciò che appariva essere un buio fondo senza uscita, è invece l’inizio di una nuova speranza). Ma sempre, quando l’opera d’arte è veramente tale, mette a nudo qualcosa di segreto in chi la incontra senza pregiudizi: un nervo scoperto che neppure sapevamo di avere, ma la cui esistenza ci rende più umani perché più indifesi, più pronti ad accogliere ciò che può realmente colmare la nostra inestinguibile sete di felicità.



Alban Berg



© Copyright 1995-2010 | CulturaCattolica.it | Privacy Policy |Credits