Shahbaz Bhatti Uomo dell'anno 2011
Letteratura >> Science Fiction >> Il Senso religioso nella Fantascienza
Catechismo dell'universo quotidiano

Il Senso religioso nella fantascienza

Curatore: Leonardi, Enrico
Fonte: CulturaCattolica.it
Qualcuno storcerà il naso, data l’apparente incompatibilità dei due termini. Niente di più inesatto. Avendo come argomenti privilegiati lo spazio e il tempo, l’infinito e l’eterno, l’origine e il destino del cosmo, la FS attinge spesso con profondità alle grandi domande dell’uomo: “Chi siamo? Da dove veniamo? Dove andiamo?”, collegandosi così con la grande “ricerca del significato” che l’umana avventura costituisce. Si possono in tal modo enucleare, dentro un gran numero di storie di FS, archetipi religiosi: il desiderio di una felicità perfetta (il tema dell’Utopia); l’attesa di una salvezza che l’uomo da solo non riesce a realizzare e che quindi spesso viene dalle stelle, dai messianici E.T.; l’incontro con il mistero, con l’altro da sé (il tema dell’alieno)... Dal punto di vista educativo notiamo che queste tematiche vanno trattate con la massima attenzione e vigilanza, soprattutto in un clima che spesso tende all’esoterico quale è quello della società in cui viviamo; tuttavia è importante saper utilizzare uno spazio letterario e cinematografico che pone con insistenza le grandi domande dell’uomo.



Archivio

Pagina:  1  2


© Copyright 1995-2010 | CulturaCattolica.it | Privacy Policy |Credits