Cultura >> Il calendario del marciapiedaio >> Giorno per giorno
Catechismo dell'universo quotidiano

Il calendario del 22 Dicembre

Autore: Restelli, Silvio  Curatore: Mangiarotti, Don Gabriele
Fonte: CulturaCattolica.it

Eventi

• 1775 - Viene formata la Marina Militare statunitense

• 1798 - Ferdinando IV fugge da Napoli, all'arrivo delle truppe di Napoleone Bonaparte

• 1807 - L'Embargo Act, che vieta il commercio con tutte le nazioni straniere, viene approvato dal Congresso degli Stati Uniti, su pressione del Presidente Thomas Jefferson

• 1809 - Il Non-Intercourse Act, che annulla l'Embargo Act ad eccezione di Regno Unito e Francia, viene approvato dal Congresso degli Stati Uniti

• 1849 - L'esecuzione di Fëdor Mikhailovič Dostoevskij viene cancellata all'ultimo istante

• 1864 - Guerra di secessione americana: Savannah cede alle truppe del generale William Tecumseh Sherman

• 1885 - Ito Hirobumi, un samurai, diventa il primo Primo Ministro del Giappone

• 1894 - Alfred Dreyfus, accusato di spionaggio a favore della Germania, viene condannato per alto tradimento.

• 1944 - Truppe tedesche chiedono la resa delle truppe statunitensi a Bastogne, Belgio. Si veda Battaglia del Bulge

• 1947 - Italia - L'Assemblea Costituente approva la Costituzione della Repubblica Italiana

• 1956 - Istituito il Ministero delle Partecipazioni Statali soppresso dal referendum popolare del 15 aprile 1993

• 1964 - Il comico Lenny Bruce viene condannato per oscenità

• 1974 - Grande Comore, Anjouan e Mohéli votano per diventare la nazione indipendente delle Comore. Mayotte rimane sotto amministrazione francese

• 1980 - Vengono emesse le condanne per i responsabili dello scandalo delle partite truccate. Milan e Lazio vengono retrocesse, altre pesantemente penalizzate e molti giocatori tra cui Paolo Rossi vengono squalificati o radiati

• 1989
  1. - A Berlino, la Porta di Brandeburgo riapre dopo quasi 30 anni, terminando definitivamente la divisione tra Germania Est e Germania Ovest
  2. - Dopo una settimana di dimostrazioni sanguinose, Ion Iliescu diventa presidente della Romania, ponendo fine alla dittatura comunista di Nicolae Ceauşescu

• 1990 - Lech Wałęsa giura come Presidente della Polonia

• 1993 - Alina Castro, figlia di Fidel Castro, fugge dall'isola di Cuba per raggiungere gli Stati Uniti

• 1997
  1. - Il regista statunitense Woody Allen sposa la ventisettenne Soon-Yi Previn, figlia adottiva coreana di Mia Farrow, all'epoca convivente di Allen: il matrimonio solleva aspre polemiche nei rotocalchi scandalistici
  2. - Chiapas: un gruppo paramilitare messicano massacra una comunità indigena nell'ora della messa; muoiono 45 persone, tra cui 4 donne incinte

• 1999 - Varato il secondo governo presieduto da Massimo D'Alema

• 2000 - Bomba alla redazione de Il Manifesto

• 2012 - Inizio di un nuovo ciclo (baktun) del calendario Maya

Anniversari

* 1917 - Santa Francesca Saverio Cabrini (Sant'Angelo Lodigiano, 15 luglio 1850 – Chicago, 22 dicembre 1917) è stata una religiosa e missionaria italiana, fondatrice della congregazione delle Missionarie del Sacro Cuore di Gesù: nel 1946 è stata proclamata santa da papa Pio XII.
Diplomata maestra elementare, fattasi religiosa nel 1874, nel 1880 fondò a Codogno la congregazione delle Missionarie del Sacro Cuore di Gesù e aggiunse al proprio nome il cognome Saverio, in onore di San Francesco Saverio, sacerdote missionario nell'Estremo Oriente. Nel 1889 raggiunse gli Stati Uniti per prestare assistenza agli immigrati italiani. Operò successivamente in altri 7 paesi con 80 istituti. Costruì asili, scuole, convitti per studentesse, orfanotrofi, case di riposo per laiche e religiose, ospedali a New York e Chicago. Nel 1909 prese la cittadinanza americana.
La Compagnia femminile fondata dalla Cabrini, la congregazione cattolica delle Missionarie del Sacro Cuore di Gesù, fu la prima sia ad affrontare l'impegno missionario (tradizionalmente prerogativa degli uomini), sia ad essere totalmente autonoma, ovvero non dipendente da un parallelo ramo maschile.
Le sue iniziative caritative ben presto si sviluppavano in opere di assistenza economicamente autosufficienti grazie all'erogazione congiunta di servizi a pagamento. Agli immigrati fornivano corsi di lingua, assistenza burocratica, corrispondenza con le famiglie di origine, raggiungendo anche i più emarginati sia logisticamente, sia perché infermi, istituzionalizzati o reclusi.
La Cabrini fu viaggiatrice: ventotto traversate atlantiche e l'attraversamento delle Ande per raggiungere Buenos Aires partendo da Panama.
Francesca Cabrini valorizzò la religiosità femminile in un modo considerato moderno, adatto ai tempi in cui visse, rispondente a problematiche ancora attuali per via dell'evento migratorio.
Per le sue iniziative è ritenuta uno dei riferimenti del moderno servizio sociale. Vide nei principi della democrazia americana una via di integrazione e di avanzamento sociale per gli emigrati italiani. Promosse l'emancipazione delle capacità di iniziativa femminile. Visse la sua devozione al Sacro Cuore interpretando il concetto di riparazione alle "offese fatte a Gesù" come motivo di impegno nelle opere caritatevoli.

* 1945 - Otto Neurath (Vienna, 10 dicembre 1882 – Oxford, 22 dicembre 1945) è stato un sociologo, economista e filosofo austriaco.
Esponente non ortodosso del marxismo, fece parte dell'ala sinistra del Circolo di Vienna. Egli rifiutò sia la metafisica che l'epistemologia. Neurath vedeva nel marxismo un tipo di scienza e considerava la scienza uno strumento di cambiamento. Nel 1919 fu alla guida del programma di socializzazione della Baviera.
Studiò a Vienna e poi a Berlino matematica, economia, storia e filosofia. Ottenne il dottorato nel 1907 a Berlino, nel frattempo lavorò nel ministero della difesa austriaco ed ottene l'abilitazione all'insegnamento nel 1917 a Heidelberg. Tornato a Vienna, iniziò a lavorare al progetto che sfocerà nel "Social and Economic Museum", e si interessò alla progettazione grafica inventando il metodo educativo visuale chiamato isotype.
Dopo gli avvenimenti del 12 febbraio 1934 e la creazione del cosiddetto "Ständestaat" emigrò dapprima in Olanda a l'Aia, nel 1940 fuggì in Gran Bretagna dove morì nel 1945 a Oxford.
La teoria della corrispondenza fra enunciati e fatti era stata generalmente accettata dai membri del Circolo di Vienna, ad eccezione di Neurath, secondo il quale la pretesa che i protocolli registrino esperienze vissute e, come tali, godano di uno stile privilegiato nei confronti di altri enunciati è infondata, poiché qualsiasi proposizione, protocollare o no, può essere mutata o respinta in nome della sua coerenza con altri enunciati. Ogni nuova proposizione deve essere confrontata con il sistema: se è compatibile con esso può essere accettata, se non lo è si può rigettarla, come si può modificare il sistema o una sua parte, poiché nessuna proposizione, nemmeno quelle protocollari, sono intangibili.
Il tema fondamentale del pensiero di Neurath fu la definizione della scienza come puro linguaggio, grazie al quale si producono tutte quelle trasformazioni fondamentali per l'evoluzione delle discipline.
Neurath si dissociò dal Circolo di Vienna in relazione al criterio di veridicità delle proposizioni linguistiche, per il quale non occorre una prova empirica con i dati, ma solamente un confronto con altre proposizioni presenti nell'ambito del sistema scientifico.
Nel 1936, Otto Neurath introdusse un sistema di pittogrammi progettati come linguaggio visivo internazionale. Isotype (questo il nome del gruppo di pittogrammi) include una serie di figure umane stilizzate che saranno la base per le moderne icone di figure umane al tratto. Per questo motivo è considerato uno dei padri del design dell’informazione o infografica (in inglese information design o infodesign).

* 1989 - Samuel Barclay Beckett (Dublino, 13 aprile 1906 – Parigi, 22 dicembre 1989) è stato uno scrittore, drammaturgo e poeta irlandese.
Come discepolo, assistente e amico di James Joyce, Beckett è considerato uno degli ultimi modernisti e come ispiratore di molti scrittori successivi, è considerato a volte uno dei primi postmodernisti. È anche considerato uno dei massimi esponenti di quello che Martin Esslin chiamò "Teatro dell'assurdo". In quanto tale è generalmente considerato uno degli scrittori più influenti del XX secolo.
Nel 1969 Beckett ricevette il Premio Nobel per la letteratura "per la sua scrittura, che - nelle nuove forme per il romanzo ed il dramma - nell'abbandono dell'uomo moderno acquista la sua altezza". Morì a Parigi per problemi respiratori.


Pagina:  1  2  3  4  5  6  7  8  9  10


© Copyright 1995-2010 | CulturaCattolica.it | Privacy Policy |Credits