Vai alla sezione dedicata alla filosofia
IRC >> Domande e Risposte

Consigli straordinari per non avvalentesi

Autore: Incampo, Nicola  Curatore: Mangiarotti, Don Gabriele
Fonte: CulturaCattolica.it  E-mail: nicola.incampo@culturacattolica.it
lunedì 6 marzo 2017

Domanda

Salve dott. Incampo, in un gruppo di docenti di religione è nato questo quesito: “Il docente di religione è tenuto a partecipare ad un Consiglio di classe convocato per il PDP di un alunno non avvalentesi? Qualcuno sostiene che non si è tenuti, per alcuni invece sì in quanto facente parte a pieno titolo del Consiglio di Classe. Potrebbe darci dei chiarimenti? Grazie!

Risposta

Certamente!
Perché autoescludersi?
L'insegnante di religione è a tutti gli effetti componente del consiglio di classe.
Infatti il punto 2.7 del DPR 751/85 prevede che "Gli insegnanti incaricati di religione cattolica fanno parte della componente docente negli organi scolastici con gli stessi diritti e doveri degli altri insegnanti ma partecipano alle valutazioni periodiche e finali solo per gli alunni che si sono avvalsi dell’insegnamento della religione cattolica, fermo quanto previsto dalla normativa statale in ordine al profitto e alla valutazione per tale insegnamento".
Come si nota la "limitazione" è al solo momento della valutazione.
Questo significa che dovrai partecipare al Consiglio di Classe e se necessario voterai così come tutti gli altri docenti, anche se l'alunno è non avvalentesi.


Pagina:  1  2  3  4  5  6  7  8  9  10


© Copyright 1995-2010 | CulturaCattolica.it | Privacy Policy |Credits